Ricerca

Ricerca

I+D La ricerca alla ProcreaTec

 

La ProcreaTec è alla costante ricerca dell’eccellenza clinica, dall’utilizzo giornaliero delle ultime tecnologie fino alla ricerca in nuovi ambiti scientifici per il miglioramento dei risultati. Attualmente stiamo sviluppando progetti di ricerca tra i quali si distinguono due studi per la valutazione morfologica embrionale e il miglioramento delle possibilità d’impianto.

Ci preoccupiamo di quantificare la soddisfazione dei nostri pazienti in modo da sviluppare azioni dirette a migliorare continuamente i nostri servizi, prestando attenzione ai nuovi bisogni e aspettative.

La nostra clinica è impegnata nella ricerca per il progresso della diagnosi e del trattamento nell’ambito della procreazione assitita. Per questo la ProcreaTec investe una buona parte del suo budget per finanziare progetti e ricerca. Questo impegno ci ha portato ad un riconoscimento in ambito scientifico con due premi per l’Innovazione, la Qualità e l’Immagine nella riproduzione assistita (ICIRA), assegnato dalla Società Spagnola di Fertilità (SEF) e dall’Associazione per lo Studio della Biologia della Riproduzione (ASEBIR).

Premio iCIRA

Nel 2009 abbiamo ottenuto un premio nella categoria “Dati rilevanti nel trattamento della riproduzione assistita” con lo studio “L’aggiunta di LH ricombinante nella morfologia dell’ovocita nei pazienti normo-risposta aiuta in relazione ai valori ormonali anti-Mulleriani?”. In questo studio valutiamo il valore dell’ormone anti-mulleriano con il numero di ovociti e lo loro qualità in un trattamento FIVET. I risultati di questo studio hanno mostrato una relazione positiva tra il valore dell’antimillueriano e il numero degli ovociti recuperati contro una scarsa qualità degli ovuli.

Due anni dopo ci siamo aggiudicati il premio ICIRA nella categoria “Innovazione nei trattamenti di Riproduzione Assistita”. Abbiamo ricevuto il premio nel 2011 per lo studio “Ricerca sulla sulla divisione precoce nello sviluppo a blastocisto degli embrioni e le loro possibilità di aumentare il tasso di gravidanze in un trattamento di fertilizzazione in vitro (FIVET).”

In entrambi gli studi di ricerca hanno collaborato la dott.ssa Lourdes Lopez Yañez e la dott.ssa Jennifer Rayward, così come il biologo Nagore Uriarte e il Dr. Félix Ridríguez.

Questi premi sono un riconoscimento per il nostro lavoro e il nostro impegno nella ricerca, la qualità dei nostri servizi, i nostri ottimi risultati e l’attenzione personalizzata ai nostri pazienti.

Vuoi parlarci del tuo caso? Ci mettiamo in contatto con te